Tempi contati per i sacchetti di plastica? Sembra proprio di si. La Commissione europea ha inviato infatti una richiesta di parere motivato all’Italia, per mancato recepimento della direttiva del 2015 sulla riduzione dell’utilizzo degli stessi. Il problema però, in questo caso, sembra essere solamente di natura procedurale-burocratica e Bruxelles contesta la mancata comunicazione delle misure che saranno concretamente applicate nella penisola. L’Italia ha ancora due mesi di tempo per rispondere ed evitare il deferimento in Corte di giustizia.