Libertà di movimento: tra il 2006 e il 2016 circa 550 mila lavoratori europei hanno cambiato Paese in cerca di migliori opportunità. I professionisti che più si muovono all’interno dell’UE sono quelli del settore medico e l’Italia non fa eccezione. Nell’ultimo decennio, infatti, oltre 31.000 dottori e infermieri hanno lasciato il Bel paese per lavorare altrove. Le mete preferite sono Regno Unito, Belgio e Svizzera.