Secondo una ricerca della Commissione, la situazione dei rom in Europa sta cambiando. Il quadro complessivo è migliorato: c’è maggiore partecipazione all’istruzione pre-scolastica e una riduzione del tasso di giovani che hanno lasciato la scuola. Tuttavia, fino all’80% dei rom sono ancora in pericolo di povertà, nonostante questa percentuale sia diminuita rispetto al 2011. Il quadro UE per le strategie nazionali di integrazione dei Rom ha contribuito a definire gli obiettivi, le strutture, i finanziamenti necessari per rafforzare l’integrazione. La strada da percorrere però è ancora lunga, soprattutto nei settori dell’istruzione, dell’occupazione, della salute e dell’abitazione.