L’Europa vuole colmare il digital divide esistente tra le regioni del nord e del sud, impedendone la crescita ulteriore. Quest’ultimo infatti rischia di far deragliare le aspirazioni tecnologiche dell’UE, ostacolando i suoi tentativi di divenire un interlocutore digitale e incrementando le divisioni economiche esistenti tra le diverse aree. L’obiettivo quindi è garantire ai 500 milioni di cittadini l’accesso libero a servizi come lo streaming, il cloud computing e lo shopping online entro la fine del decennio.