Un anno fa, la Commissione Europea e quattro grandi piattaforme di social media hanno adottato un codice di condotta per contrastare l’illecito incitamento all’odio online in Europa. In occasione del primo anniversario del codice è stata pubblicata una sua valutazione, svolta da ONG e organismi pubblici di ventiquattro Stati membri, da cui emerge che le società informatiche hanno compiuto notevoli progressi nell’onorare gli impegni assunti. La strada da percorrere è ancora lunga, ma l’obiettivo della Commissione è promuovere una cooperazione più efficace tra le società informatiche e le autorità nazionali.